Newsletter

Prevenzione della crisi e turnaround

La prima vera criticità è percepire lo stato di crisi in cui versa l’azienda e generare una profonda coscienza nel management e negli azionisti che la situazione necessita di un cambiamento radicale. In tale contesto è fondamentale per l’azienda avere un sistema di controllo di gestione che permetta di valutare i parametri essenziali (Kpi) per monitorare le condizioni economico-finanziarie e distinguere i sintomi di una eventuale crisi, prima di tutto identificandone le cause interne ed esterne. Elemento cardine del controllo di gestione è costituito dal sistema di indicatori finanziari, gestionali e di altro tipo che, sottoposti a monitoraggio costante, possano supportare nel delicato processo di lettura dei sintomi di crisi e della conseguente individuazione delle relative azioni correttive.

Continua a leggere l'articolo allegato ...

29/11/2017

Come organizzare l'impresa

Il sistema di management "tradizionale" è, generalmente, di matrice tayloristica e per obiettivi; esso prevede una gestione incentrata sulle funzioni e sul presidio, chiaro e definito, dei loro confini. A ogni responsabile o direttore viene affidato il compito di conseguire un particolare obiettivo, ad esempio: aumentare le vendite, ridurre le scorte, migliorare la qualità del prodotto, ridurre i tempi del recupero crediti, mantenere costante il costo del personale. Esso si focalizza, prevalentemente, sui costi e sulle efficienze, dando luogo alla cosiddetta gestione per "centri di costo". L'approccio "integrato", dando la priorità ai meccanismi di generazione del valore, dà più importanza al presidio dei processi: l'implicazione di questo secondo modello è dover ridisegnare l'organizzazione aziendale.

Continua a leggere l'articolo allegato ...

13/12/2017

Modelli di amministrazione d'impresa

Quali sono i motivi che spingono un’azienda ad adottare una struttura accentrata o decentrata? L’accentramento è il modo più vincolante per coordinare l’assunzione delle decisioni. Tutte le decisioni vengono prese da una sola persona, e successivamente implementate attraverso la supervisione diretta. Dall’altra parte un’azienda adotta una struttura decentrata semplicemente perché tutte le decisioni non possono essere assunte da un solo centro, da una sola persona. Può capitare che le decisioni non possono essere trasmesse in quanto troppo qualitative e quindi difficili da comunicare o perché l'unico centro decisionale non le può comprendere. Il decentramento invece viene adottato sia perché permette all’azienda di rispondere prontamente alle condizioni locali sia per la sua capacità di motivare.

Continua a leggere l'articolo allegato ...

24/11/2017

Come progettare un sistema di controllo

Il contesto economico, già di per sé turbolento, di questi ultimi anni, con gli effetti indotti dalla globalizzazione e dallo sviluppo industriale di Paesi quali Cina e India ha reso più forte ed evidente nelle imprese di piccola e di media dimensione la necessità di dotarsi di sistemi di pianificazione e controllo dell’attività gestionale. Il controllo di gestione può essere definito come l’insieme dei processi, metodi, tecniche e strumenti a disposizione dei diversi livelli organizzativi che permettano ai singoli, in relazione al proprio ruolo e alle proprie mansioni, in via sia preventiva, sia concomitante, sia successiva, di monitorare la realizzazione degli specifici obiettivi prefissati in sede di pianificazione strategica e programmazione operativa.

Continua a leggere l'articolo allegato ....

10/11/2017

Come fare business in Cina

Una crescita economica solida, una rapida trasformazione del mercato e una serie di decise riforme da parte del governo, hanno fatto sì che la Cina sia diventata la seconda potenza economica al mondo. Da un paese che offre manifattura a basso costo e prodotti di scarsa qualità è oggi diventata un Paese sempre più evoluto sia per la qualità dei prodotti (collegato alla politica del “Made in China 2025”) che per un mercato sempre più interessante per le aziende italiane per la sua classe medio e alta sempre più ampia ed evoluta.
Fare business in Cina non è per tutti. E soprattutto non si può affrontare con superficialità.
È necessario comprendere con chiarezza le dinamiche del mercato cinese ed avere degli studi settoriali approfonditi e accurati. Le informazioni sono fondamentali per potersi muovere sul mercato cinese, più accurate saranno, maggiori probabilità di successo avrai. Spesso non è possibile un gruppo di lavoro interno dedicato. Un team di esperti esterno potrà aiutarti nel mettere in atto le numerose azioni strategiche necessarie per fare business in Cina.

Continua a leggere l'articolo allegato ...

07/11/2017

Il ruolo del consulente di gestione

In virtù delle diverse dinamiche dei mercati, della maggiore facilità di circolazione del know-how e della più elevata trasparenza delle azioni dei concorrenti, le imprese hanno acquisito elevate competenze per formulare una strategia, e sempre più spesso si chiede alla consulenza direzionale un supporto per realizzare una strategia già elaborata internamente. Continua a leggere l'articolo allegato ...
 
 

28/10/2017

Transazione fiscale e ristrutturazione

La transazione fiscale di cui all’articolo 182-ter L.F., ha subito una sostanziale rivisitazione, almeno per quanto riguarda il trattamento dell’IVA e delle ritenute, prevedendo che con il piano di cui all’articolo 160 il debitore può proporre il pagamento, parziale o anche dilazionato, dei tributi (IVA e ritenute compresi) e dei relativi accessori amministrati dalle agenzie fiscali, nonché dei contributi amministrati dagli enti gestori di forme di previdenza e assistenza obbligatorie e dei relativi accessori. Continua a leggere l'articolo allegato ...

27/10/2017

Temporary Management: quando e come

Gli interventi di TM vengono normalmente classificati in cinque macro categorie:

  1. management transitorio (gestione di fasi di copertura di improvvisi e temporanei vuoti manageriali);
  2. gestione di progetti;
  3. gestione di crisi aziendali;
  4. management delle competenze;
  5. gestione di cambiamenti aziendali.

 In termini più specifici, gli interventi di TM possono quindi avere l’obiettivo di:

  • gestire una situazione di turnaround;
  • rimettere in sesto un’azienda o una business unit prima di procedere alla sua vendita;
  • gestire un cambiamento, di cultura, di strategia, di struttura;
  • lanciare nuove attività all’estero;
  • gestire situazioni di post merger;
  • effettuare il coaching di un manager permanente;
  • gestire la transizione in attesa dell’ingresso di un manager permanente;
  • contribuire a gestire con successo il passaggio generazionale;
  • gestire un progetto mirato.

Continua a leggere l'articolo allegato .... 

21/10/2017

Controllo di gestione: un bisogno per le PMI

Il controllo di gestione è spesso confuso, soprattutto nella piccola e media impresa, con la contabilità analitica o industriale.

Il controllo di gestione nasce invece come controllo direzionale, ovvero come strumento a supporto della Direzione per controllare la gestione aziendale, articolandosi essenzialmente nelle seguenti fasi:

  • pianificazione strategica e definizione di obiettivi ed indicatori;
  • contabilità analitica;
  • budgeting;
  • raccolta dati e consuntivazione;
  • reporting e analisi scostamenti;
  • calcolo del costo del prodotto o servizio;
  • analisi finanziaria.

Continua a leggere l'articolo allegato ...

20/10/2017

Cina: il nostro studio di mercato

Le imprese italiane hanno attuato strategie di entrata in Cina principalmente attraverso le esportazioni, che devono avvenire obbligatoriamente per il tramite di un importatore locale (trading company), o attraverso investimenti diretti, nei casi di imprese di maggiori dimensioni. L’elenco degli importatori autorizzati è consultabile sul sito del MOFCOM (http://win.mofcom.gov.cn/en) dove, selezionando la particolare categoria di interesse è possibile verificare per quali prodotti ogni singolo importatore abbia l’autorizzazione all’importazione. Continua a leggere l'articolo allegato per comprendere il mercato agroalimentare cinese e come esportare con successo i prodotti italiani grazie a nostri servizi ...

14/10/2017

Soluzioni per ristrutturare i debiti bancari

Un volta riconosciuto il momento di difficoltà, occorre rivolgersi a un consulente, un professionista o un’azienda specializzata in operazioni di ristrutturazione del debito. Nei casi non troppo complicati lo strumento di risanamento può anche essere unico: per esempio, un finanziamento a medio termine per consolidare i debiti a breve, oppure la cartolarizzazione dei crediti, attraverso cui le aziende raccolgono risorse finanziarie a fronte della cessione dei loro crediti. Continua a leggere l'articolo allegato ...

20/10/2017

Il budget annuale: aspetti di teoria e pratica

Gli obiettivi principali che ogni procedimento di budgeting o di programmazione può avere sono i seguenti: previsione del risultato economico, dei flussi di cassa e dell’evoluzione finanziario-patrimoniale dell’impresa nel breve o medio-lungo termine; determinazione degli obiettivi che l’impresa si prefigge di raggiungere nel breve o medio-lungo termine; fornire la base per un sistema di controllo di gestione e per la valutazione dei risultati delle singole aree aziendali. Continua a leggere l'articolo allegato ...

14/10/2017

Software di gestione: un modello di esempio

Un pratico foglio di calcolo per redigere i budget di costi, ricavi, investimenti e fabbisogno finanziario, nonché prevedere l'andamento di stato patrimoniale, conto economico e rendiconto finanziario, nell'ottica di minimizzare gli oneri finanziari e massimizzare l'utile: scarica gratuitamente il file !

14/10/2017

Equilibrio finanziario tra entrate e uscite

Con riferimento alla variabile temporale distinguiamo due aspetti dell’equilibrio finanziario, legati alla solvibilità immediata a breve termine ed alla correlazione strutturale fonti/impieghi (assetto finanziario). Il previsto divario tra entrate ed uscite di mezzi monetari costituisce il cash flow globale previsionale e rappresenta il dato previsionale riassuntivo dell’intero ramo finanziario della gestione. Continua a leggere l'articolo allegato ...

14/10/2017

Come calcolare gli indici di bilancio

Un pratico foglio di calcolo per determinare i principali indici di redditività (ROE, ROI, ROA) e struttura finanziaria (liquidità primaria e secondaria): scarica gratuitamente il file !

14/10/2017