Consulenza Controllo Gestione

Controllo di gestione e lean management

Il controllo di gestione o direzionale è un sistema efficace di organizzazione aziendale, volto a guidare la gestione verso il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione operativa, rilevando attraverso la misurazione di appositi indicatori lo scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti, nonché informando di tali scostamenti gli organi responsabili, affinché possano decidere e attuare le opportune azioni correttive.

L'esigenza di identificare con chiarezza i margini realizzati nelle diverse aree di business (mercati, tipologie di clienti, famiglie di prodotti/servizi ecc,) è divenuta sempre più importante per supportare sia le decisioni operative (formulazione dei prezzi di vendita) sia le scelte strategiche (selezione dei mercati, strategie di prodotto e commerciali, conseguenti scelte di investimento, ristrutturazioni organizzative, ecc.).

Le decisioni d'impresa richiedono, soprattutto oggi, opportune analisi dei costi per poter scegliere tra differenti piani d'azione: quale configurazione di costo occorre utilizzare? Il costo primo (direct costing) o il costo pieno (full costing)? Fino a quando ci sono profitti, le decisioni possono essere prese ad intuito ma quando si modificano le condizioni di mercato diventa fondamentale riesaminare la metodologia di calcolo dei costi.

Qualsiasi azienda ha bisogno di anticipare, per quanto possibile, gli svolgimenti futuri della gestione, pianificando lo sviluppo attraverso un sistema flessibile di budgeting, non limitato ai soli aspetti economici (ricavi e costi) ma esteso anche agli aspetti finanziari della gestione: quale configurazione di budget occorre utilizzare? Il budget a costi storici o il budget a base zero?

Per rispondere alle esigenze delle aziende, offriamo servizi professionali di organizzazione aziendale (corporate finance) finalizzati all'implementazione dei principali strumenti di pianificazione e controllo, attraverso i quali:

  • sviluppiamo specifici sistemi (attraverso l’utilizzo di budget, forecast, report e contabilità analitica/industriale) volti a guidare la gestione verso il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione operativa, rilevando, attraverso la misurazione di appositi indicatori, lo scostamento tra obiettivi pianificati e risultati conseguiti;
  • interveniamo direttamente sulle aree di inefficienza rilevate, nell’ottica di ridurre sprechi, scarti e costi che non producono valore aggiunto, ottimizzando i parametri produttivi, la programmazione della produzione e le performance per prodotto e per operatore (key performance indicators), nonché standardizzando gli approvvigionamenti su commessa e magazzino, riducendo i costi (cost reduction) e il parco fornitori;
  • gestiamo i processi di adeguamento dei sistemi informativi (gestionali erp) alle esigenze aziendali, interfacciandoci direttamente con i programmatori software;
  • supportiamo le attività di riorganizzazione del layout aziendale secondo un approccio alla produzione snella di tipo flow-shop (per flussi), riducendo gli wip (semilavorati), promuovendo il concetto dinamico di qualità di processo e gestendo le operations a livello di world class manufacturing.

 Nel file allegato, troverai un esempio di come affrontiamo le problematiche che emergono in sede di pianificazione della produzione, controllo di gestione e contabilità industriale, individuazione dei centri di costo e di responsabilità e riorganizzazione del personale.

Rating bancario e pianificazione finanziaria

Il rischio finanziario di credito è un rischio reale per le piccole e medie imprese, che impone il presidio costante dell'area finanziaria al fine di migliorare i rapporti fra le imprese e le banche, per favorire la crescita.

Diventa pertanto fondamentale rendere coerenti e sostenibili gli impegni finanziari con l’andamento effettivo del business, identificando la struttura finanziaria più idonea e quindi gli strumenti, i termini e le condizioni dei contratti finanziari in essere in funzione delle prospettive di crescita e/o di sviluppo del business

Affianchiamo le imprese con continuità, garantendo i seguenti vantaggi:

  • avere sempre a disposizione le più elevate competenze finanziarie ad un costo contenuto;
  • presidiare stabilmente l’area finanziaria;
  • instaurare un rapporto costruttivo con gli Istituti di Credito;
  • migliorare il rating bancario;
  • avere migliori probabilità di accesso al credito bancario.

Proiettiamo l'andamento dei flussi di cassa dell'azienda, a partire dal budget economico mensilizzato, per verificare l'evoluzione dei fabbisogni finanziari e programmarne l'adeguata copertura, nonché per valutare la fattibilità degli investimenti previsti.

Ottimiziamo la tesoreria ed il cash flow operativo (budget dei flussi di cassa e rendiconti finanziari), nell'ottica di minimizzare l'incidenza degli oneri finanziari e ridurre l'utilizzo dei fidi bancari.

Ci occupiamo anche di operazioni di finanza straordinaria (merger & acquistion), valutando ogni aspetto legato ad operazioni di fusione, scissione, acquisizione e/o due diligence d’azienda, attraverso analisi di mercato, studi di fattibilità, identificazione delle controparti e negoziazione con le controparti stesse. Pianifichiamo inoltre la struttura internazionale dei gruppi d’impresa, ottimizzando la fiscalità nazionale ed internazionale.

Business plan per start up impresa o progetti

La nascita di una nuova attività imprenditoriale (e di qualsiasi progetto aziendale) deve essere sostenuta da uno studio o un'analisi di fattibilità in grado di fornire una serie di dati di natura economico-aziendale, sui quali tracciare linee guida per la costituzione dell'attività, che si concretizza nella redazione di un documento: il business plan.

Redigere un business plan è, prima di tutto, fondamentale per determinare gli obiettivi che l'imprenditore vuole raggiungere e la strategia che intende adoperare per raggiungerli ma è anche importante per accedere  ai finanziamenti pubblici agevolati o al credito bancario.

Supportiamo i nostri clienti nella stesura e attuazione di piani industriali, che sintetizzano i contenuti e le caratteristiche del progetto imprenditoriale e sono utilizzati sia per la pianificazione e gestione aziendale sia per la comunicazione esterna, in particolare verso potenziali finanziatori o investitori; in particolare, forniamo le seguenti informazioni:

  • descrizione del progetto d'investimento o del tipo di impresa che si intende creare;
  • presentazione dell'imprenditore e del management;
  • analisi di mercato, della concorrenza e dei fattori critici di successo;
  • obiettivi di vendita, organizzazione commerciale, piano di marketing e matrice strategica di posizionamento;
  • fattibilità tecnica del progetto e piano di fattibilità economico - finanziaria quinquennale o triennale;
  • fabbisogno finanziario complessivo (per investimenti tecnici, immateriali e per capitale circolante) e delle relative coperture;
  • redditività attesa dell'investimento e fattori di rischio;
  • investitori coinvolti ed eventuali proposte di partecipazione a terzi stakeholders;
  •  piano temporale di sviluppo delle attività.

Consulenza direzionale e organizzativa per risorse umane

Il clima organizzativo d'azienda è un fattore critico di successo per il raggiungimento degli obiettivi strategici ed è influenzato da condizioni soggettive e oggettive.

Tra i fattori soggettivi, si evidenziano:

  • lo stile di leadership (o di direzione);
  • il grado di socializzazione;
  • la qualità della comunicazione;
  • lo spirito di gruppo.

Tra i fattori oggettivi, si ricomprendono:

  • le responsabilità individuali (deleghe);
  • i tempi e metodi di lavoro;
  • i sistemi retributivi (stipendi, salari, premi e gratificazioni non monetarie);
  • la chiarezza organizzativa (organigramma, programmazione, formazione, addestramento, mansionari, disposizioni, ecc.).

Analizziamo il grado di benessere del personale, valutando il potenziale e le prestazioni in termini qualitativi e quantitativi; responsabilizziamo e motiviamo i collaboratori dell’imprenditore, definendo in modo chiaro e condiviso i ruoli, i mansionari e i sistemi incentivanti; creiamo procedure e regole per le varie aree aziendali; conduciamo i passaggi generazionali e concordiamo operazioni di ristrutturazione con le rappresentanze sindacali.

Come riorganizzare un'impresa

Cliente: azienda industriale operante nel settore stampaggio gomma-plastica per la produzione di componenti tecnici destinati al settore medicale, automotive e aerospace.

Problematiche: giacenze di magazzino elevate (30% del fatturato contro 11% medio dei competitors); redditività bassa (EBITDA 6% contro 13% medio dei competitors); fidi bancari ridotti del 20%.

Intervento: piano di riorganizzazione aziendale della durata di 18 mesi, focalizzato alla revisione dei flussi di programmazione, in ottica just in time e nel rispetto dell’economicità dei lotti di produzione (incidenza del magazzino scesa al 14% del fatturato); riduzione del parco fornitori di materia prima e rinegoziazione delle condizioni di acquisto; implementazione della contabilità industriale e riduzione mirata del personale, di concerto con le rappresentanze sindacali (EBITDA migliorato al 12% e ripristino al 100% dei fidi bancari).